Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino

Il Parco Naturale Paneveggio-Pale di San Martino è stato istituito nel 1967 per preservare e valorizzare il pregio di ambienti contigui ma assai eterogenei e si estende su una superficie di quasi 200kmq: le Pale di San Martino, la foresta di Paneveggio, parte della catena del Lagorai, una porzione della catena Lusia-Cima Bocche, aree che costituiscono Siti di Importanza Comunitaria e Zone di Protezione Speciale all’interno della Rete Europea Natura 2000. Qui la natura non vuol dire assenza antropica, ma perfetto equilibrio tra uomo e natura, tra attività rurali legate all’alpeggio e all’esbosco, in sintonia con l’attività turistica. Per raggiungere una convivenza ideale tra esigenze di conservazione e di razionale utilizzo delle risorse, il Parco si divide in riserve, da quelle integrali di elevato valore come le Pale di San Martino, l’area di Colbricon e del Castellazzo, a quelle guidate, in cui le attività agro-silvo pastorali sono consentite nelle loro forme tradizionali: la Val Canali, Calaita, Paneveggio, Valsorda. Ci sono poi quelle controllate a maggior presenza antropica, dove sono presenti anche impianti di risalita e piste da sci, e quelle speciali faunistiche, in cui si promuovono ricerche scientifiche mirate ad una maggior conoscenza delle specie, fino alle riserve speciali forestali in cui il bosco è lasciato all’evoluzione naturale per ricerche ecologiche e selvicolturali.

L’ambiente integro e colorato che lo caratterizza è dato dal verde intenso delle foreste secolari, quello più vivace dei prati, il rosa delle Pale di San Martino, il rosso scuro delle rocce del Lagorai e ancora il blu dei laghi e il fulvo dei manti di caprioli e cervi. Proprio il cervo, che può essere ammirato da vicino nell’estesa area faunistica del Centro Visitatori di Paneveggio, è l’animale simbolo dell’intero Parco, tuttavia il nome di questa terra è conosciuto altresì per la presenza dell’abete rosso di risonanza, particolarmente adatto per la costruzione di strumenti musicali.Vivere il Parco significa conoscerlo nei suoi molteplici aspetti attraverso attività ed esperienze nella natura o in malga, così come attraverso i Centri Visita a Paneveggio, in Val Canali e a San Martino di Castrozza, o in Vanoi scoprendo l’Ecomuseo e il Sentiero Etnografico.



Per informazioni:
Parco Paneveggio Pale di San Martino
Tel. 0439.64854
info@parcopan.org

Val Canali - Prati Fosna
Mobilità nel Parco (pdf 2502 Kb)
webcam
booking
discover smart
social
gallery