Mostre e visite guidate

Ph. Brandnamic - Alpine Pearls
Scopri un ricco calendario di esposizioni e mostre adatto a tutte le esigenze, che permetterà di esplorare il territorio del Parco Naturale Paneveggio - Pale di San Martino e, in generale, di tutta la zona della valle di Primiero, entrando in sintonia con la sua natura, le sue genti e la sua storia.

ExplorAr - l'app per scoprire i dipinti popolari dei borghi di Primiero e Vanoi

Passeggiando lungo le vie dei borghi di Primiero e Vanoi non vi saranno sfuggiti gli innumerevoli affreschi, per lo più a sfondo religioso, che impreziosiscono le facciate delle abitazioni.

Grazie al progetto “Persistenze”, che punta alla riscoperta e valorizzazione culturale dei dipinti popolari coinvolgendo giovani studenti, è nata la nuova App ExplorAr, che permette di avere a portata di mano un catalogo di affreschi presenti nelle Valli di Primiero e Vanoi, da consultare utilizzando diversi criteri di ricerca: autore, tema o anno di creazione.

L’applicazione suggerisce inoltre dei percorsi da seguire per partire alla ricerca degli affreschi e permette di localizzare il dipinto che più vi interessa, dandovi le indicazioni necessarie per raggiungerlo. 

L’app è disponibile su Play Store e App Store.

PALAZZO DELLE MINIERE / P-QUI - fiera di primiero

Il particolare museo del territorio “P-QUÌ” è ospitato a Palazzo delle Miniere, un edificio che risale alla seconda metà del quattrocento, sede del magistrato minerario austriaco e di molte altre amministrazioni.
Rinnovato nel 1558, nei secoli subì poche modifiche ed è oggi un autorevole esempio di architettura tardo gotica probabilmente di influenza brissinese. Il palazzo, uno dei più belli e importanti dell’intera vallata, presenta una chiara forma di fortezza, con elementi tipici delle case dei territori di lingua tedesca. Al primo piano la bifora e il portale sono di origine gotica e sopra ad esso si scorge uno stemma della famiglia Welsperg.

All’interno del palazzo, a luglio 2020 è stato inaugurato P-QUÌ, una linea del tempo che narra l’affascinante storia di Primiero. Un viaggio sorprendente raccontato in tappe attraverso i colorati allestimenti nati da parte del legname abbattuto da Vaia – la furiosa tempesta che tra il 29 e il 30 ottobre 2018 ha devastato milioni di alberi di Primiero.

Il percorso è dislocato nelle numerose sale del Palazzo delle Miniere ed è pensato per coinvolgere bambini e adulti. La guana e la lontra saranno le due figure che vi accompagneranno in questo viaggio antico tra collezioni permanenti, attrezzi di un tempo e libri dedicati alla storia della valle di Primiero.


ENTRATA GRATUITA

Apertura: 
aperto dal 1 giugno dal martedì alla domenica con orario 10.00-12.00 e 16.00-19.00

Visite guidate: il mercoledì dal 19 giugno all’11 settembre 2024. Primo turno ore 15.30; secondo turno ore 17.15. È preferibile prenotare telefonicamente al numero tel. 0439 62515.


Palazzo delle Miniere
Piazzetta del Dazio, 2
Fiera di Primiero

InQuadRa PRIMIERO

Il progetto culturale InQuadRa Primiero nasce dall’esigenza del Comune di Primiero di offrire ai propri abitanti e ai frequentatori interessati della valle delle informazioni rapide ed efficaci, per far conoscere al meglio i protagonisti delle vicende storiche delle comunità e le forme d’arte espresse dai paesi di Primiero. La scuola superiore di Primiero, da anni impegnata sui fronti dello studio e della divulgazione delle risorse culturali del territorio, è stata coinvolta in modo naturale in questo progetto grazie al lavoro e alla passione di allieve e allievi, coordinati da un gruppo di insegnanti che sviluppa a scuola assieme agli studenti un percorso dedicato all’approfondimento di arte, storia e cultura dei nostri territori.
Dal lavoro dei ragazzi della scuola superiore è nato così un primo progetto dedicato alla zona di Pieve, località del comune di Primiero San Martino di Castrozza di notevole rilevanza storica, fulcro della vita commerciale della valle nei secoli scorsi. Qui infatti, oltre alla Chiesa Arcipretale dedicata a Santa Maria dell’Assunta, si trovano numerosi altri edifici di pregio, come il Palazzo del Dazio (anche chiamato Palazzo delle Miniere), la Canonega Vecia e la casa natale dell’ingegnere primierotto Luigi Negrelli, famoso tra le altre cose per il progetto del Canale di Suez.

Per maggiori informazioni e per scoprire tutte le stazioni catalogate dal progetto InQuadRa CLICCA QUI

CENTRI VISITATORI DEL PARCO NATURALE

VILLA WELSPERG - VAL CANALI
Tel. 0439 765973


Date e orari di apertura:
  • Dal 25 al 28 aprile, 1° maggio
  • Tutti i weekend di maggio
  • Tutti i giorni dal 1° giugno al 29 settembre
  • Tutti i weekend di ottobre
  • Dal 1° al 3 novembre
  • Aperto dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00.
  • Dal 1° luglio al 15 settembre aperto con orario continuato dalle ore 9.00 alle 18.00
  • All'infuori delle giornate segnalate, il Centro è visitabile dal lunedì al venerdì con orario 9.00 – 12.00 e 14.00 – 17.00 in concomitanza dell'apertura degli uffici amministrativi dell'Ente

Complesso di tre edifici, la villa vera e propria, la chiesetta e il fienile, circondati, anzi immersi in un giardino, ai bordi di un grande prato-pascolo che, nella parte più bassa, sfuma in una piccola ma interessante torbiera. Come tema conduttore del Centro Visitatori è stato scelto l'ambiente aquatico di montagna.
La villa ospita un moderno e articolato centro visitatori dotato di quattro sale espositive, in cui si sviluppa un ideale viaggio in quattro tappe alla scoperta del parco: una fisioteca, una biblioteca-sala di lettura,una saletta video e un'aula laboratorio per le attività didattiche.

Costo ingresso:
  • 5,00€ intero
  • 2,50€ ridotto (over 65, minori non accompagnati, gruppi di almeno nr. 15 persone paganti
  • 8,00 € intero cumulativo (valido per l'ingresso Villa Welsperg + Paneveggio)
  • Ingresso gratuito per minori accompagnati, residenti in uno dei Comuni del Parco (Canal San Bovo, Imer, Mezzano, Moena, Predazzo, Primiero San Martino di Castrozza, Sagron Mis), possessori Trentino Guest Card (nr. 1 ingresso gratuito a scelta tra Paneveggio e Villa Welsperg), persone con disabilità ai sensi della Legge 104/92 ed eventuale loro nr. 1 accompagnatore, forze dell'ordine, giornalisti e professionisti del settore "Beni e attività culturali" (muniti di tessera di riconoscimento), guide turistiche, interpreti, guide alpine e accompagnatori del territorio durante l'esercizio della propria attività professionale, guide turistiche in visita privata per scopi formativi

SUONA FORESTA - PANEVEGGIO
Tel. 0462 576283

Orario di apertura:
  • Dal 25 al 28 aprile, 1° maggio
  • Tutti i weekend di maggio
  • Tutti i giorni dal 1° giugno al 29 settembre
  • Tutti i weekend di ottobre
  • Dal 1° al 3 novembre
  • Aperto dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.30
  • Dal 1° luglio al 15 settembre, aperto con orario continuato 9.00 - 18.00
Costo ingresso:
  • 5,00€ intero
  • 2,50€ ridotto (over 65, minori non accompagnati, gruppi di almeno nr. 15 persone paganti
  • 8,00€ intero cumulativo (valido per l'ingresso Villa Welsperg + Paneveggio)
  • Ingresso gratuito per minori accompagnati, residenti in uno dei Comuni del Parco (Canal San Bovo, Imer, Mezzano, Moena, Predazzo, Primiero San Martino di Castrozza, Sagron Mis), possessori Trentino Guest Card (nr. 1 ingresso gratuito a scelta tra Paneveggio e Villa Welsperg), persone con disabilità ai sensi della Legge 104/92 ed eventuale loro nr. 1 accompagnatore, forze dell'ordine, giornalisti e professionisti del settore "Beni e attività culturali" (muniti di tessera di riconoscimento), guide turistiche, interpreti, guide alpine e accompagnatori del territorio durante l'esercizio della propria attività professionale, guide turistiche in visita privata per scopi formativi

Situato poco lontano dal Lago di Forte Buso, lungo la statale n.50 che da Predazzo sale al Passo Rolle, il Centro di Paneveggio racconta della grande foresta omonima di abete rosso, ormai a tutti nota come la Foresta dei Violini per la qualità dei suoi abeti di risonanza usati dai liutai di un tempo. Racconta inoltre degli animali del bosco, i più rappresentativi tra i quali sono senz’altro l’urogallo ed il cervo. Poco lontano un grande recinto permette di osservare da vicino un gruppo di questi grandi ungulati. Dal centro visitatori parte un percorso naturalistico con punti di osservazione guidati e illustrati.

PUNTO INFO PARCO – SAN MARTINO DI CASTROZZA
Tel. 0439 068043

Orario di apertura:
  • Tutti i giorni dal 22 giugno all'8 settembre
  • Tutti i weekend di settembre e ottobre
  • Aperto dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.30

Piccolo nel complesso, ma interessante, ha come tema l’ambiente di alta montagna e la geologia delle Dolomiti, che sono l’indubbio polo di attrazione, e l’aquila, che è di casa tra le Pale di S.Martino e il Lagorai. Si possono approfondire gli aspetti naturalistici legati al clima osservando i sistemi di rilevamento della temperatura delle rocce a seconda dell’esposizione, e quelli per calcolare l’incidenza della vegetazione arborea sulla temperatura. All’esterno un piccolo stagno ed un giardino roccioso, arricchiscono la visita di questo centro.

PALAZZO SCOPOLI, CASA DEL CIBO - tonadico

Palazzo Scopoli, un patrimonio storico risalente all’anno Mille nato come granaio e “banca del pane”, poi luogo amministrativo, sede della giustizia e palazzo nobiliare, è ritornato alle sue origini ed è oggi dispensa e luogo per la cultura del cibo di Primiero e ma anche baricentro di arte in tutte le sue forme, dalla pittura al design, così come musica, lettura e teatro.

Un palazzo a cielo aperto, con le sue belle sale in legno, il verde giardino e l’affaccio sulla vita del paese, cuore pulsante di un museo diffuso del gusto, per e della comunità, vetrina delle produzioni enogastronomiche made in Trentino.
Un luogo di narrazione, di storie e curiosità legate al cibo locale, da scoprire attraverso un ricco calendario di esperienze food&wine, coordinato dalla Strada dei formaggi delle Dolomiti, che vede protagonisti produttori, artigiani del gusto, chef e associazioni locali.


Clicca qui e scopri date e orari di apertura, tutti gli eventi e le mostre in programma


Palazzo Scopoli / Casa del cibo
Piazzetta del Marzollo, 3
Tonadico

Visitabili con ingresso gratuito nei giorni ed orari di apertura al pubblico.


UNA SOTTILE LINEA BIANCA

Uno spazio espositivo realizzato dal Caseificio di Primiero per conoscere qualità, segreti e caratteristiche della filiera casearia locale e di come la cura del territorio indice sulla bontà e salubrità di ciò che mangiamo.

Visita la mostra in modo coinvolgente e partecipa al MILK & CHEESE GAME, un simpatico e interessante gioco a quiz nello spazio espositivo dedicato all’Oro bianco di Primiero per scoprire segreti e virtù di latte e formaggi locali. Partecipazione libera e gratuita con un bellissimo gadget per chi risponderà correttamente a tutte le domande. 

DISPLAY

Dal 31 maggio al 14 luglio

“Display” è una parola che cela l’ambiguità tipica dei termini anglosassoni. Significa allo stesso tempo “mostra” e “schermo”. Ed è infatti, contemporaneamente, la messa in mostra della Collezione d’arte di Fondazione Caritro e lo strumento digitale grazie al quale ogni persona può accedervi.

Display è un percorso che organizza l’esperienza in tre momenti tra loro connessi: riflessione, immersione e creazione.
Un progetto sperimentale, una riflessione sull'accessibilità quale strategia per la valorizzazione dell'arte. È un percorso che fornisce gli strumenti per comprendere la dimensione, la complessità e la profondità della Collezione d'arte di Fondazione Caritro.

Un archivio di opere digitalizzate ed indicizzate che permette oggi l’accesso completo alla Collezione e invita ogni persona a crearne infinite interpretazioni.

ECOMUSEO DEL VANOI E SENTIERO ETNOGRAFICO

Punto informativo sulle attività dell’Ecomuseo e spunti per la visita al territorio con i suoi percorsi tematici. Da visitare la Sala dei 7 Temi, La sala dell’acqua e la Sala delle narrazioni, dedicata in speciale modo ai più piccoli, che possono ascoltare le leggende locali.

  • Aperto tutti i giorni dal 30 giugno all'8 settembre, dalle ore 9.00 alle 12.00. 
  • Nei giorni 10,11,17,18,24,25 agosto apertura straordinaria dalle 20.00 alle 22.00



  • Stanza del Sacro a Zortea
    È un “conservatorium della memoria” che propone una lettura del rapporto tra uomo, religiosità e territorio.
    • Aperta il venerdì dal 5 luglio al 3 settembre, dalle ore 15.00 alle 17.00
  • Molini dei Cainéri a Ronco
    A Ronco Cainari sono aperti alla visita due antichi mulini ad acqua, uno dei quali è funzionante. Giornate con attività per famiglie, pomeriggi con visite guidate e dimostrazioni di molitura, serate di filò.
    • Aperto maertedì dal 2 luglio al 3 settembre, dalle ore 10.00 alle 15.00.
    • Dal 7 luglio all'8 settembre, aperto anche la domenica. Visite guidate su prenotazione alle ore 16.00-17.00-18.00.
  • Piccolo Museo della Val dei Faori a Canal San Bovo
    Oggetti e strumenti etnografici raccolti e custoditi nel tempo da Giovanni Fontana.


SENTIERO ETNOGRAFICO

  • Casa del Sentiero Etnografico a Caoria
    Punto informativo su siti e percorsi del Sentiero Etnografico, sul Parco Naturale Paneveggio Pale di San Martino e sull’Ecomuseo del Vanoi. Noleggio e-bike. Museo contadino del Vanoi: un percorso tra Val, Pràdi, Bosc e Montagna. Esposizione di una ricca e preziosa collezione di oggetti della vita quotidiana raccolti nella Valle del Vanoi e di Primiero.
    • Aperto tutti i giorni dal 30 giugno all'8 settembre, dalle ore 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.30
  • Pradi de Tognola a Caoria
    Esempio di tradizionale insediamento di mezza quota che ha mantenuto la sua forma originaria; accolti dall’operatore i visitatori potranno entrare in due casère, un tabià e una stalla.
    • Aperto dal 30 giugno al 28 luglio nei giorni mercoledì, sabato e domenica
    • Aperto tutti i giorni dal 29 luglio al 25 agosto
    • Aperto dal 26 agosto all'8 settembre nei giorni mercoledì, sabato e domenica
    • Orario: dalle ore 11.00 alle 17.00
  • Siega de Valzanca a Caoria
    Segheria idraulica veneziana ricostruita in località Ponte Stél che opera solo ad acqua!
    • Aperto (con dimostrazione di funzionamento durante i tour guidati) la domenica, dal 7 luglio all'8 settembre, dalle ore 14.30 alle 17.00

Ingresso ai siti con ticket Ecomuseo € 3,00, gratuito per i bambini fino agli 8 anni e soci Ass. Ecomuseo.
Il ticket consente la visita di tutti i siti nella giornata di emissione.
Solo la Casa dell’Ecomuseo ha ingresso gratuito.
L’ingresso ai siti dell’Ecomuseo è compreso nei servizi della Trentino Guest Card.

CATASTE E CANZEI - mezzano

Mostra Permanente

La scorta di legna per l’inverno si fa arte

Da qualche anno, Mezzano, gioiello tra "I Borghi più Belli d’Italia", da sempre legato al legno e agli altri elementi della natura montana, si sta popolando di meravigliose cataste artistiche.

Lungo gli stretti vicoli, ai piedi delle antiche facciate, al cospetto dei tipici ballatoi, nelle piccole piazze, nei cortili, sotto le scale, negli anditi e sui poggioli la tradizionale scorta di ceppi per l’inverno si fa bella e prende forme inattese: restituisce vicende passate, consegna sogni, reinterpreta eventi storici, racconta dei padroni di casa.

Ogni angolo riserva una sorpresa: il volto in lacrime, la navetta del telaio (in paese si nasconde una raffinata tessitura di trame antiche), la grande pannocchia proprio sopra il pollaio, il paesaggio di legnetti che pare un intarsio, la rappresentazione di una canzone popolare, fiori giganteschi, finestrelle tra i ciocchi da cui pendono pizzi e cascate di gerani…un paese tutto da scoprire!

Scopri di più


Mezzano – Centro storico, sempre visitabile (disponibile cartina del percorso)

MUSEO DELLA SCUOLA - siror

Museo momentaneamente chiuso.

A Siror nasce il museo della Scuola

Torna a suonare la campanella nel piccolo paese di Siror, dove l’edificio che per molti anni ha ospitato la Scuola Elementare è stato recentemente trasformato in un originalissimo Museo della Scuola. Nato dall’idea di due ex insegnanti, i maestri Flavio Taufer e Piero Depaoli, il progetto ha potuto contare sul supporto dell’Amministrazione, dell’Istituto Comprensivo, delle associazioni locali e soprattutto sull’aiuto di molti cittadini del Primiero, del Vanoi e di Sagron Mis, che hanno deciso di donare al museo preziosi cimeli del passato, spesso dimenticati in soffitta e destinati ad andare distrutti o perduti. Una visita a questo curioso museo sarà per molti un viaggio nel tempo: gli adulti rivivranno con un po’ di nostalgia la loro infanzia, mentre i più giovani, figli di un mondo ormai digitale, potranno cimentarsi con pennino, inchiostro e calamaio, entrare in un’aula in tutto e per tutto fedele a quelle degli anni ’30-‘40 e osservare da vicino tantissimi oggetti dell’epoca come i pallottolieri, gli antichi grembiuli, i quadernetti con le cornici di un tempo, i calendari della Montesca, le lanterne magiche per le proiezioni e le tanto temute bacchette del maestro.


Il museo verrà aperto anche in occasione di eventi speciale e, su prenotazione, per visite di gruppo (minimo 8 persone).

Museo della Scuola
via Asilo, 10
Siror

CONTATTI:
Flavio Taufer,  flaviotaufer@libero.it – 331 105 5137
Pietro Depaoli, pilopali@yahoo.it – 340 164 1940

MOSTRA SULLA GRANDE GUERRA NEL PRIMIERO - san martino di castrozza

La mostra è stata realizzata a partire dalla collezione privata di Edoardo Zagonel, Guida Alpina, Maestro di Sci, membro del Soccorso Alpino e recuperante per passione. Edo, da sempre grande appassionato dei conflitti mondiali, negli anni ha raccolto migliaia di oggetti di interesse storico girando in lungo e in largo le sue montagne. La mostra riunisce foto, documenti, diari e reperti che sono una testimonianza autentica dei principali avvenimenti bellici accaduti a San Martino di Castrozza e Primiero durante il Primo conflitto mondiale. L'esposizione si trova a due passi dal centro di San Martino di Castrozza, presso la Stazione forestale Demaniale in Via Laghetto.

Per informazioni: tel. 338.3256890 (Ruggero)

Aperto da metà giugno a metà settembre. Orari:
  • Martedì 21.00-22.30
  • Venerdì 17.00-19.00 e 21.00-22.30
  • Domenica 11.00-12.30

street barch - imèr

Il progetto, un work-in-progress che conta già 12 opere e svariati argomenti trattati, nasce spontaneamente nel 2016 dalla creatività di Nicola Degiampietro e Gianluigi Zeni, grazie al supporto del Comune di Imer.

Tra i capanni artistici si spazia da concetti legati all’inquietudine e al mistero, per poi passare all’indagine sul concetto di tipico-turistico; ma è senz’altro la Natura che con le sue tematiche, con le sue forme e con i suoi concetti sempre attuali, muove l’indagine che sta alla base di tutti questi lavori.

Scopri di più

SENTARTE - imèr

Mostra Permanente

Esposizione permanente di panchine artistiche d’autore.

Imèr - Centro storico, sempre visitabile (disponibile cartina del percorso)

EL TRÒI DELE S’CIONE. IL SENTIERO DELLE LEGGENDE - siror

Mostra permanente

Il sentiero delle leggende è un'esposizione permanente nel centro storico di Siror, che vi farà scoprire le leggende del Primiero, nel dialetto locale s-ciòne. Scultori locali e non hanno ritratto con la loro arte queste antiche storie. 

Siror, centro storico

I PRESEPI DI MARIO - mezzano

In una vecchia stalla del centro storico di Mezzano hanno trovato suggestiva collocazione gli articolati presepi realizzati da Mario
Corona con materiali vari.

Mezzano, Tabià della Gemma (visita libera)

MUSEO DELLA GRANDE GUERRA

Esposizione permanente che raccoglie le memorie storiche del
I° conflitto mondiale sul fronte del Lagorai.

  • Aperto tutti i giorni dal 30 giugno all'8 settembre, dalle ore 15.30 alle 18.30.


Caoria
, aperto durante le festività natalizie. Ingresso € 3.00, gratuito ai bambini fino agli 8 anni.

Info: Ecomuseo del Vanoi Tel. 0439.719106 www.ecomuseo.vanoi.it

MEZZANO ROMANTICA
LA CASA DEL CIBO
IL PARCO NATURALE

webcam
booking
esperienze
Outdoor
social