Gourmet Experience

Rifugi top – gourmet
Località/Area Turistica – San Martino di Castrozza Passo Rolle Primiero e Vanoi
Periodo -  weekend, da Natale a fine marzo
Tematica – rifugi tipo gourmet
Target (adatto per) – coppie e gruppi di amici

 

 

1° giorno – arrivo a San Martino di Castrozza:

Arriviamo a San Martino di Castrozza nel tardo pomeriggio, il tempo di sistemarci in hotel ed è quasi ora di cena.
Decidiamo di iniziare al meglio il nostro week end con una sciata in notturna sulla splendida pista Colverde, una bella pista rossa servita da una veloce cabinovia, illuminata per lo sci notturno da una serie di palloni luminosi che diffondono sulla pista una luce soffusa che crea effetti molto suggestivi.
Seguendo un tracciato di media difficoltà largo, molto sciabile e godibile, la pista si snoda in un suggestivo bosco con ripetuti cambi di pendenza e direzione ed arriva direttamente nel centro di San Martino, per questo è l’ideale per le sciate serali.

La fame inizia davvero a farsi sentire, risaliamo in cabinovia fino al Rifugio Colverde dove ci gustiamo una tagliere di salumi e formaggi tipici!
Si è fatto tardi.. Ci resta comunque il tempo per un’ultima discesa visto che sulle piste il divertimento è assicurato fino alle 23.30!



2° giorno – Ski Area Ces - Tognola:


Oggi conosceremo il famoso “Carosello delle Malghe”, un itinerario che percorre la Ski Area Tognola – Ces attraverso piste di diversa difficoltà.
Ore 8.30 sci ai piedi e pronti al via per una giornata all’insegna dello sci e del gusto sul Carosello delle Malghe. Dalla cima dell’Alpe Tognola a quota 2.220 m l’aria fresca e cristallina del mattino ci da il buongiorno.

Uno sguardo verso l’impareggiabile catena delle Pale di San Martino, giù la maschera e siamo pronti ad inaugurare la prima discesa sulla pista Uno che offre uno dei tracciati più emozionanti del carosello: la percorriamo d’un fiato fino a valle, 800 m di dislivello assaporando ogni cambio di pendenza e il panorama mozzafiato, ma prima di risalire per una nuova discesa è d’obbligo una tappa a Malga Frattazza dove ci gustiamo una golosa colazione a base di dolci fatti in casa.
È interessante sapere che questa piccola delizia tra i boschi è aperta anche la sera per una cena particolare: la si raggiunge in motoslitta e dopo aver gioito delle prelibatezze della malga si torna a valle con lo slittino! Da non perdere.

Proseguendo il tour, dopo essere tornati all’Alpe Tognola e aver testato gli assolati tracciati in quota, le piste del carosello si snodano verso Ces da cima Tognola a quota 2.383 m percorrendo la bellissima pista Cristiania che grazie all’ottimale esposizione a nord garantisce una qualità eccellente della neve ad ogni ora del giorno e durante tutto il corso della stagione.

Dalla Val Cigolera ai piedi della pista Cristiania, dove l’accogliente e nuovissima Malga Val Cigolera invita ad una pausa golosa, saliamo nuovamente di dislivello fino a 2.227 m raggiungendo punta Ces, da dove si può apprezzare uno dei panorami più emozionanti del carosello: la vista spazia dalla catena delle Pale al Lagorai per poi discendere verso le Vette Feltrine e la dolce valle di Primiero. Tra una pista rossa e una nera non mancano i punti di ristoro: immancabile una tappa allo chalet Malga Ces dove all’ora di pranzo ci concediamo uno spuntino sfizioso.

Proseguiamo spostandoci nuovamente in direzione degli impianti Tognola non prima però di aver affrontato un’imperdibile discesa sulla pista Record una tra le rosse più tecniche della ski area. Quando l’ora del tramonto si avvicina ci riportiamo in quota all’Alpe Tognola dove ci aspetta una golosa degustazione di formaggi in abbinamento a miele locali e vini trentini: l’Angolino Rustico presso il Self-Service Tognola offre la possibilità di un aperitivo davvero speciale, un romantico brindisi in terrazza mentre le Pale si tingono di rosa prima di affrontare l’ultima pista di rientro a valle.
Togliamo gli sci, ma prima di tornare in hotel facciamo una tappa all’Après Ski Campo Base Tognola dove beviamo un aperitivo in compagnia per concludere al meglio la giornata.



3° giorno – Ski Area Passo Rolle:


Oggi saliamo al Passo Rolle, a pochi passi dall’Hotel c’è la fermata dello skibus, gratuito grazie alla card dell’ospite che è stata consegnata in hotel. In 15 minuti siamo già alla partenza degli impianti di Passo Rolle. Ne valeva proprio la pena, qui lo scenario è unico! Siamo carichi e decidiamo di provare il brivido di una pista un po’impegnativa! Saliamo sulla seggiovia Paradiso e arrivati in cima ci godiamo per qualche istante un panorama davvero mozzafiato prima di lanciarci sull’omonima pista, bellissima nera con continui cambi di pendenza. La neve è ben compatta quindi risaliamo di nuovo per provare anche la pista Fiamme Gialle. Dopo aver affrontato qualche pista ci spostiamo sul lato opposto della ski area. Qui con la seggiovia Castellazzo torniamo in quota e ammiriamo l’inconfondibile profilo del Cimon della Pala da un’altra angolazione..
Scendiamo lungo la pista Castellazzo fino ad arrivare a Capanna Cervino, riscaldati dal sole  decidiamo di sederci in terrazza dove ci gustiamo un pranzo a base di prodotti tipici.
Nel pomeriggio torniamo in paese per rilassarci e rigenerarci nella nuovissima spa dell’hotel.

E dopo una splendida giornata trascorsa sulle piste, alle 17.30 ci aspetta l’aperitivo in motoslitta! L’appuntamento è all’Apres Ski Campo Base dove la motoslitta ci sta già aspettando.
Il sole comincia a tramontare e la motoslitta ci porta tra i boschi dell’Alpe Tognola. Usciti dal bosco intravediamo da lontano le luci delle fiaccole: a bordo pista ci aspetta un bancone-bar scavato nella neve! Qui assaggiamo le migliori grappe del Trentino, fruttate, alle erbe…ce n’è per tutti i gusti. Prima di rientrare ci concediamo un brindisi con un calice di Trento DOC e davanti ai nostri occhi inizia lo spettacolo dell’Enrosadira. L’atmosfera è davvero magica.
Concludiamo la giornata con una cena Da Anita, ristorante associato alla Strada dei Formaggi, dove ci gustiamo dei piatti prelibati a base di prodotti tipici!
Da qui si scorge la pista di sci nordico situata in paese all’interno del Biotopo Prà delle Nasse, qui si può sciare anche dopo il tramonto grazie alle sfere luminose che illuminano parte del tracciato.

webcam
booking
discover smart
social
Piste e Impianti